La nostra carta dei vini

La nostra carta dei vini parte da un concetto chiave: la territorialità e il naturale.

Il nostro obiettivo è quello di far scoprire l’aspetto organolettico dei vitigni italiani autoctoni, nati e sviluppatisi in un preciso luogo geografico adattandosi al territorio fin quasi a fondersi con esso. “Autoctono” è un termine che deriva dal greco “autos”(stesso)+”chthon”(suolo) e che sta per “nativo” (in inglese vengono definiti “natives”), cioè un termine che indica solo ed esclusivamente quei vitigni che sono nati in una determinata e delimitata zona territoriale e che nel corso dei secoli sono sempre rimasti legati a quel territorio particolare, senza diffondersi o senza venire esportati e trapiantati in altre zone diverse da quella di appartenenza.

Per questo non chiedeteci Merlot, Cabernet, Sauvignon, Chardonnay,.. perché non ne abbiamo, in quanto sono vitigni di origine francese chiamati “internazionali” perchè allevati in ogni parte del mondo. I nostri vini sono solo di origine italiana, in purezza (no “blend”, cuvée o assemblaggio) e per lo più naturali. Una scelta fatta per esaltare la produzione italiana che vanta oltre 500 vitigni (ogni giorno vengono catalogate nuove varietà) ognuno con la propria personalità ed espressione del territorio d’origine. La Francia, seconda nazione con più varietà, si è fermata a rivendicare poco più di 130 varietà.

Inoltre ci piace anche riscoprire i gusti di un tempo, per questo proponiamo ad esempio i vini “sur lie” realizzati secondo il metodo della rifermentazione naturale in bottiglia, come una volta quando i macchinari per la spumantizzazione ancora non erano stati inventati.

Ogni giorno proponiamo nuove degustazioni al calice e saremo felici di potervi consigliare per provare nuove emozioni o per abbinare un vino unico ad un piatto speciale. Se avete dei dubbi, i nostri sommelier saranno felici di aiutarvi e guidarvi nella scelta. Se curiosando scoprirete alcuni vini esposti in vendita ma che non presenti nella carta dei vini, potete richiederli e degustarli al tavolo, alla temperatura di servizio corretta, con un supplemento di 5euro.

 

vini naturali