Perchè abbiamo scelto di usare la mitica Faema E61?

Sono sicuramente molte le macchine che hanno fatto la storia dell’espresso, dalla prima macchina a vapore brevettata dall’ingegner Bezzera nel 1905 fino ad arrivare alle supermoderne multiboiler superelettroniche di ultima generazione. In più di un secolo di storia si è passati da una bevanda nera, estratta con macchine verticali con pressione di 1,5 bar che lavorando a temperature ben più alte tendevano ad estrarre un espresso molto amaro e senza crema. Crema che arriverà nel dopoguerra con le macchine a leva, prima vera rivoluzione nella tecnologia delle macchine da caffè espresso. Fino a quando nel 1961, Faema stravolgerà il modo di estrarre un espresso con un modello che farà la storia della macchina da caffè. La E61, chiamata così in omaggio all’eclissi totale di sole in Italia nello stesso anno. Questo modello portava varie innovazioni fondamentali:

  • Una pompa elettrica forniva i 9 bar di pressione necessari per l’estrazione dell’espresso, in maniera uniforme e facilmente ripetibile sostituendo il sistema meccanico Leva/pistone. La pompa veniva attivata mediante una piccola leva posizionata accanto al gruppo erogatore.
  • L’acqua usata per l’estrazione veniva direttamente dalla rete idrica e veniva scaldata passando all’interno di una serpentina (scambiatore di calore) all’interno della caldaia. Questo permetteva di tenere una temperatura in caldaia più alta e quindi maggior vapore disponibile per montare il latte.
  • Il gruppo erogatore, inconfondibile, manteneva la sua stabilità termica attraverso un circuito termosifonico e introduce, per la prima volta in maniera automatica, il concetto di preinfusione, ovvero il prolungamento del tempo di contatto tra l’acqua e il caffè macinato prima dell’estrazione per una estrazione ottimale di tutte le proprietà organolettiche dell’espresso.

Questa tecnologia, pur con qualche aggiornamento, viene tuttora utilizzata nella maggior parte delle macchine presenti nei bar italiani.

Nel 2001 per commemorare i 40 anni di questo modello, Faema ha introdotto la E61 legend, replica esatta dal punto di vista estetico del modello originale ma con alcune innovazioni tecnologiche come ad esempio, la pompa volumetrica incorporata, che permette un notevole risparmio di spazio; il sistema di bilanciamento termico regolabile; o la vetrinetta illuminata da led a bassa tensione a garanzia della sicurezza dell’operatore, e una versione superautomatica, la E61 Jubilé.